CHIAMA

Mercedes-Benz e Smart

Brescia 030 371851

Mercedes-Benz e Smart

Lonato del Garda 030 9912669

Toyota e Lexus UNIQA

Brescia 030 3696011

Bonera Store - Centro Usato

Brescia 030 3718699

Toyota UNIQA Bonera

Lonato del Garda 030 9912669

Bonera Outlet

Costa Volpino 035 970631

SCRIVI

L'elettrico nell'automotive

Il futuro è già qui

Il mondo si sta muovendo, finalmente, verso soluzioni ecologicamente sostenibili e l’automotive non è da meno.

Il tema dell’elettrico però divide: c’è chi lo ritiene una soluzione vantaggiosa per ridurre l’impatto ambientale e risolvere, almeno parzialmente, il problema delle fonti non rinnovabili e c’è chi ancora ne ribadisce le problematiche, prima fra tutte la durata della batteria. Cerchiamo, quindi, di fare chiarezza su queste questioni e analizzare i pro e i contro di un investimento sull’auto elettrica.

 

Composizione e funzionamento

I componenti di base di una propulsione elettrica sono tre: il motore, che trasforma l’energia elettrica accumulata dalla batteria in energia meccanica necessaria a far muovere la vettura, la batteria e l’inverter, ossia il dispositivo che gestisce i flussi di energia e trasforma la corrente continua in alternata e viceversa.

Caratteristiche distintive di un’auto elettrica sono:

  • l’assenza di trasmissione. Il motore elettrico, infatti, è in grado di fornire tutta la forza motrice di cui è capace nel momento stesso in cui si mette in movimento;
  • una diversa strumentazione. Al posto del più comune contagiri troviamo un voltmetro che rappresenta graficamente la quantità di energia erogata;
  • la totale assenza di tubi di scappamento;
  • due diverse prese per la ricarica, una per le fonti domestiche, l’altra per gli impianti ad alto voltaggio.

Il funzionamento della propulsione elettrica è molto semplice: quando la pressione sull’acceleratore diminuisce, il motore inverte il suo funzionamento diventando un alternatore e trasforma l’energia cinetica, prodotta dal movimento delle ruote, in corrente elettrica da restituire alla batteria.

 

Alimentazione

Il vero motore di un’auto elettrica, in sostanza, è la batteria, che negli anni ha donato tante gioie quanti dolori alle case costruttrici di automobili. Le prestazioni sono considerevolmente penalizzate dalla sua autonomia, che va dai 200 ai 400 Km a seconda dello stile di guida adottato dal conducente. È anche vero, però, che la propulsione elettrica è l’unica in grado di garantire un’esperienza di guida totalmente silenziosa e dare una spinta immediata più veloce rispetto a quella di un motore tradizionale.

La maggior parte delle automobili elettriche possono essere rifornite di energia con la cosiddetta “ricarica rapida”, ossia possono essere ricaricate fino all’80% della loro capacità nell’arco di soli 30 minuti. Spesso, però, la velocità di ricarica domestica è vincolata dai contratti di fornitura di energia elettrica dell’impianto. È possibile, comunque, evitare di ricorrere alla ricarica rapida programmando attentamente i tempi di utilizzo dell’auto e usufruendo di quella convenzionale.

Le batterie al litio utilizzate dall’industria automobilistica, a causa della rarità del loro componente e della sua difficoltà di estrazione, sono associate a costi molto elevati, che vanno ad impattare, ovviamente, anche sul prezzo di vendita dell’automobile. Negli ultimi anni, però, si stanno sperimentando materiali alternativi come l’ossido di zinco che può immagazzinare energia a un costo inferiore. Lo zinco sembrerebbe rappresentare anche una soluzione più sicura dato che non presenta rischi di incendio e non necessita di sistemi di raffreddamento esterni.

 

Consumi

Veniamo al motivo principale per il quale si può essere spinti ad acquistare un’auto elettrica: i consumi. Se da una parte è vero che un’automobile elettrica costa mediamente di più rispetto ad un’automobile tradizionale, è anche vero che il motore elettrico garantisce un notevole risparmio economico e che anche l’ambiente ne trarrà beneficio. È vero anche che gli impianti di ricarica non sono ancora molto diffusi, per cui è sempre bene tenere conto dei chilometri percorsi e da percorrere, ma coniugare efficienza ed ecologia è possibile con un’auto ibrida: rispetta l’ambiente limitando l’emissione di gas inquinanti grazie al motore elettrico, il cui funzionamento è supportato dal propulsore a combustione interna. Il mercato ne offre per tutti i gusti, da quelle sportive e lussuose come la Mercedes CLS 4Matic ai SUV come il Toyota Rav4. Ti aspettiamo in concessionaria per scoprire tutti i loro vantaggi!